Si informa il gentile pubblico che, in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2020, il Teatro dei Fluttuanti rimarrà chiuso fino a nuove disposizioni governative. Tutti gli spettacoli in programma sono pertanto rinviati. Essi saranno recuperati secondo un nuovo calendario che verrà fissato non appena le circostanze lo consentiranno. I biglietti già emessi rimarranno validi per gli stessi posti. Non sarà possibile richiedere il rimborso per gli spettacoli ricalendarizzati. In tutti i teatri europei esso è infatti previsto solo in caso di annullamento degli eventi. Anche il cinema resta sospeso fino a data da destinarsi.

Cari amici,

siamo qua. Spaesati e confusi, increduli e preoccupati. Ma ci siamo. Ogni giorno, diventato improvvisamente troppo lungo, il nostro affetto è con voi. Nonostante le porte chiuse. Attraverso le porte chiuse. Augurandoci di cuore che tutti stiate bene, per quanto possibile in un momento come questo.
Stiamo vivendo un dramma di portata eccezionale di cui, purtroppo, ancora non riusciamo ad intravedere la fine. Un’emergenza che non può essere sottovalutata in alcun modo. Una dolorosa circostanza che ci obbliga a riconsiderare tutto, dalle priorità che avevamo fissato nella nostra vita, alle abitudini che tanto ci rassicuravano, ai privilegi che davamo per scontati. Ci siamo ritrovati tutt’a un tratto soli, separati, lontani. Incapaci di riconoscere i nostri luoghi familiari, ora deserti e muti. Minacciati da un pericoloso nemico. Silenzioso. Invisibile. Subdolo. In questi giorni terribili, mentre numeri sempre più alti di persone contagiate si susseguono incessantemente, il nostro più commosso pensiero va alle vittime e alle loro famiglie. Al personale sanitario, che sta cercando con ogni mezzo di condurci fuori da questo incubo, sottoponendosi ad uno sforzo sovrumano, un sentimento di stima e profonda riconoscenza.
Noi non ci abbatteremo né ci rassegneremo. Apparteniamo ad una stirpe di combattenti e il nostro è un Paese straordinario, dalle infinite risorse. Di generosità, solidarietà e coraggio. Un Paese che, dopo ogni durissima prova, quantunque dilaniato, umiliato, diviso, si è rialzato. Sempre. E noi Argentani, in particolare, lo sappiamo bene.
Proprio perché domani ricominceremo a sorridere, finalmente gli uni di fronte agli altri, tutto lo staff del Teatro dei Fluttuanti nel frattempo ha continuato a lavorare con impegno per regalarvi fin da ora un piccolo segnale di speranza, riprogrammando le date degli spettacoli rinviati. Siamo riusciti fortunatamente a recuperarli tutti e non appena possibile vi comunicheremo il nuovo calendario.
Il Teatro, il vostro Teatro, è qui. Pronto a riaprire, pronto a ripartire dopo una battuta d’arresto di proporzioni tali che mai nessuno avrebbe potuto nemmeno immaginare e che, come potete capire, rischia di mettere presto in ginocchio tutto il settore culturale, in genere quello più fragile e meno sostenuto nei momenti di gravissima crisi. Vi chiediamo pertanto, quando sarà possibile ricominciare, di non abbandonarci, di tornare ad assistere agli spettacoli, ad ascoltare i concerti, a vedere i film più numerosi di prima, facendo sentire ancora una volta agli attori e ai musicisti la vostra avvolgente presenza, i vostri calorosi applausi.

Andrà tutto bene, siatene certi.
Vi siamo vicini, anche da lontano.

Viva l’Italia!

Gianna Dirani e lo Staff del Teatro dei Fluttuanti